Skip to main content

Dolore addominale nei corridori: 4 errori comuni che potete commettere anche voi

Di Settembre 14, 2023Novembre 8th, 2023Poltrona Massaggiante

Il dolore addominale nei corridori è una condizione comune, ma apparentemente ha cause ancora sconosciute. Il dolore addominale dopo lo sforzo si manifesta con crampi o torsioni nella parte destra o sinistra dell’addome. Il disagio nella zona addominale si verifica più spesso nei corridori, ma anche dopo altre attività che comportano un elevato livello di sforzo (basket, calcio, ecc.).

Come si trattano i dolori addominali dopo un esercizio fisico intenso e prolungato? Quali sono i modi più efficaci per prevenire i disturbi? Quali sono i migliori programmi di massaggio elettrico per alleviare i disturbi addominali?

Sintesi:

  1. Il dolore addominale nei corridori sabota la qualità dell’allenamento – Cosa fare per prevenirlo?
  2. Crampi addominali dopo l’esercizio fisico – Cosa non fare prima dell’attività fisica?

1. Il dolore addominale nei corridori sabota la qualità dell’allenamento – Cosa fare per prevenirlo?

Il dolore addominale nei corridori ha ancora cause incerte. Il dolore addominale nei corridori e in altri casi può essere trattato con semplici abitudini che anche voi potete prendere in considerazione se conducete uno stile di vita attivo:

  • Ascoltate il vostro corpo

Quando si corre, si salta o si fa qualsiasi tipo di esercizio fisico, si può essere tentati di ignorare il dolore, soprattutto se è di intensità tollerabile. Purtroppo, il dolore addominale o in qualsiasi altra zona del corpo è un segnale che invita il corpo a fare una pausa. Il disagio indica che ci si sta concentrando troppo su muscoli, articolazioni o legamenti che non riescono più a sopportare la pressione. Prendete quindi l’abitudine di fare delle pause quando sentite anche il minimo dolore.

Per esempio, se sentite una fitta all’inguine mentre fate jogging, sostituite la corsa con una camminata lenta e aumentate gradualmente la falcata fino a tornare a correre. Un’idea stimolante è quella di combinare i tipi di esercizio e far lavorare più parti del corpo. In caso di dolore addominale, fermatevi e iniziate a fare esercizi per le braccia, rotolamenti pelvici, ecc.

  • Non dimenticare di respirare

Quando insorge il dolore addominale, i corridori devono controllare la respirazione. Mentre si riduce al minimo l’intensità dello sforzo o si lavora su parti del corpo, si deve inspirare profondamente e far uscire l’aria lentamente. Ripetere la procedura più volte fino alla completa scomparsa del dolore.

  • Massaggia la zona dolorosa

Il dolore addominale nei corridori può essere alleviato dal massaggio. Dopo ogni sessione di corsa, sedetevi su una poltrona rilassante massaggiante per rilassare i muscoli addominali. La gamma di massaggiatori è dotata di piastre con riscaldatore incorporato che possono essere posizionate sia sulla schiena che sulla zona addominale. L’alta temperatura eliminerà lo stress muscolare, rilasserà la rigidità e lenirà l’irritazione muscolare causata dal flusso accelerato attraverso lo sforzo.

  • Bere solo acqua

I dolori addominali nei corridori sono anche la conseguenza della disidratazione o del consumo di bevande ad alto contenuto calorico o di zuccheri. Durante lo sport bevete solo acqua e, se non ne sopportate il sapore, aggiungete qualche fetta di limone per una maggiore idratazione.

2. Crampi addominali dopo l’esercizio fisico – Cosa non fare prima dell’attività fisica?

I crampi addominali post-esercizio possono essere prevenuti evitando alcuni errori che sabotano definitivamente i vostri allenamenti. Quali sono le abitudini dannose che scatenano i crampi addominali post-allenamento?

  • bere succhi di frutta ad alto contenuto di zuccheri e calorie;
  • mangiare cibi ricchi di grassi prima dell’allenamento;
  • frequenza di allenamento o durata eccessiva dell’esercizio che supera la capacità di resistenza dell’organismo;
  • postura scorretta durante la corsa.

Se i consigli di cui sopra non fanno scomparire il dolore e crampi addominale dopo la corsa, è bene consultare uno specialista. Potrebbero esserci altri fattori all’origine del disturbo che richiedono un trattamento personalizzato.