Skip to main content

Poltrone massaggianti. Quanto usare?

Di Agosto 15, 2023Novembre 22nd, 2023Poltrona Massaggiante

Con quale frequenza si dovrebbero usare le poltrone massaggianti professionali? La moderazione è la regola d’oro. Sessioni di massaggio troppo infrequenti causano un ritardo nei risultati. D’altra parte, un uso eccessivo senza una preparazione preventiva potrebbe causare disagio, annullando così gli effetti terapeutici. Quindi, a cosa bisogna prestare attenzione quando si “familiarizza” con i programmi delle poltrone da massaggio?

Sintesi:

  1. Poltrone massaggianti professionali – Regole di utilizzo per ottenere il massimo rendimento
  2. Poltrone massaggianti giapponesi – Come scegliere una poltrona relax?

1. Poltrone massaggianti professionali – Regole di utilizzo per ottenere il massimo rendimento

Le poltrone massaggianti giapponesi dovrebbero essere incluse in una chiara routine. Il corpo risponde positivamente allo sforzo se si stabilisce un programma di attività da seguire.

Quanto tempo posso stare seduto su una sedia?

Se avete acquistato di recente una poltrona da massaggio giapponese o state imparando a conoscere il massaggio elettrico, limitatevi a sessioni di 15 minuti al giorno. Optate per massaggi con rulli delicati e rilassanti che agiscono con un’intensità minima. Man mano che il corpo si abitua al massaggio, è possibile prolungare la durata del programma di rilassamento. Gli esperti ritengono che la durata generale dovrebbe essere compresa tra 1-2 ore di massaggio alla settimana.

Si tratta di un parametro di riferimento che ogni utente modifica in base a fattori soggettivi come l’età, la resistenza all’esercizio fisico, la salute delle articolazioni, lo stile di vita attivo o sedentario. Lo scopo delle poltrone massaggianti giapponesi curativi è quello di rilassare i muscoli, le articolazioni e calmare la mente. Pertanto, per beneficiare dell’effetto terapeutico offerto dalle poltrone da massaggio, la durata e il programma del massaggio devono essere adattati alle condizioni fisiche e alla capacità di resistenza del corpo.

2. Poltrone massaggianti giapponesi – Come scegliere una poltrona relax?

Come scegliere la poltrona da massaggio giusta? La salute dovrebbe essere il punto di riferimento che influenza il tipo di poltrona da massaggio scelta. Siete atleti agonisti o svolgete un lavoro fisicamente impegnativo? Siete il tipo di persona che trascorre almeno 8 ore su una sedia da ufficio? Ogni stile di vita, attivo o sedentario, esercita una pressione su determinati gruppi o aree muscolari. Non è escluso che questo sia il motivo per cui sentite più disagio in alcune parti rispetto al resto del corpo.

Potrebbe essere necessaria una poltrona massaggiante riscaldata per migliorare la circolazione periferica. Oppure un massaggiatore per il collo con rulli o cuscini d’aria per le gambe. L’ideale sarebbe consultare preventivamente il proprio specialista per fare la scelta giusta per il proprio profilo fisico.

Se usata con moderazione, la poltrona da massaggio giapponese diventa il vostro terapeuta personale

I programmi di stretching, i tessuti profondi per un massaggio profondo, il massaggio del collo e delle spalle, i cuscini d’aria per le spalle e i polpacci sono alcuni dei programmi che aiutano a migliorare la postura del corpo.

L’uso di dispositivi, la postura al volante dell’auto, il cuscino sbagliato per la posizione in cui si dorme influiscono sulla colonna vertebrale e aumentano il rischio di disturbi gravi. Correggete la postura della schiena con sedute di massaggio di 15 minuti al giorno. La durata massima di 15 minuti di massaggio è consigliata sia per prevenire alcune patologie sia per accelerare il processo di guarigione di alcune.

Massaggio di 7 minuti per un’iniezione di energia al mattino

Se si desidera iniziare la giornata con un tono ottimale, è sufficiente attivare il programma rapido di 7 minuti. Se non siete mattinieri, vi svegliate fiacchi e avete bisogno di una spinta per iniziare bene la giornata, attivate il programma di massaggio rapido di 7 minuti.

Si attiva il sangue, si mettono in movimento i muscoli, ci si rivitalizza mentalmente e si regola la frequenza cardiaca. È utile anche per lenire le zone doloranti o rilassare i muscoli tesi dopo una giornata pesante, ad esempio.

E infine: idratatevi prima del massaggio per accelerare il processo di disintossicazione. Durante la sessione di massaggio, la pressione dei rulli e dei cuscini d’aria sui muscoli stimola la circolazione sanguigna. Questo favorisce l’assorbimento dei nutrienti dal cibo, l’ossigenazione dell’organismo e l’eliminazione delle scorie metaboliche.